Produzione manifatturiera

speciale: L'economia della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo

Produzione manifatturiera - dati aggiornati al 3° trimestre 2019

Centro Studi Assolombarda

Produzione manifatturiera

La produzione manifatturiera lombarda aumenta nel terzo trimestre 2019 (+1,1% rispetto al trimestre precedente, +0,9% su base annua), ma nel complesso dei primi nove mesi del 2019 è stagnante e cresce appena del +0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (per confronto, nell’intero 2018 la crescita era stata del +3,0%).

Il rialzo congiunturale lombardo del +1,1% si confronta con un rimbalzo del +0,5% della Cataluña e del +2,0% del Baden-Württemberg, per contro a livello medio italiano si registra una nuova flessione del -0,8%.

Rispetto ai livelli pre crisi, la Lombardia presenta ancora un gap del -1,4%, più contenuto del -20,0% in Italia e del -17,7% in Cataluña, superiore però al +2,2% del Baden-Württemberg.

Produzione manifatturiera lombarda per classi dimensionali di impresa

Il terzo trimestre 2019 si caratterizza per aumenti dei livelli produttivi in tutte le classi dimensionali di impresa: +0,7% le medie rispetto al terzo trimestre 2018, +0,9% le piccole, +1,3% le grandi.

Produzione manifatturiera lombarda per settori

Nel manifatturiero lombardo, 5 settori su 13 registrano una variazione tendenziale negativa tra gennaio e settembre 2019: -2,2% abbigliamento, -1,4% tessile, -1,1% mezzi di trasporto, -0,3% siderurgia, -0,3% industrie varie.

I restanti 8 settori aumentano invece i livelli produttivi, in particolare alimentare (+2,8%), minerali non metalliferi (+2,3%), chimica-farmaceutica (+1,1%).

Produzione manifatturiera lombarda per provincia

A livello di province, 5 su 12 risultano in calo nei primi nove mesi del 2019: -1,1% Monza, -1,0% Bergamo, -1,0% Brescia, -0,8% Lecco, -0,1% Varese. Tra quelle con variazione positiva, spiccano Lodi (+3,4%), Sondrio (+2,4%), Milano (+1,6%), Pavia (+1,6%), Cremona (+1,5%), Mantova (+1,4%).