Export – evoluzione trimestrale: confronto tra regioni nazionali ed europee

Nel 2° trimestre 2020 la contrazione delle esportazioni è estremamente ampia in Lombardia e nei principali benchmark nazionali. In Lombardia le vendite all’estero crollano del -26,9% (-27,8% nella media nazionale), riflettendo un pesantissimo -40,8% ad aprile in pieno lockdown, cui è seguito un -29,8% a maggio e un -10,1% a giugno. Nel complesso dei primi sei mesi del 2020 le esportazioni lombarde diminuiscono del -15,3% su base annua. 

Anche i maggiori benchmark europei registrano accentuate diminuzioni nelle esportazioni tra aprile e giugno 2020, pari al -30% in Bayern e Cataluña e al -23/24% in Baden-Württemberg e Auvergne-Rhône Alpes. 

Nota: Per l’Auvergne-Rhône Alpes non sono disponibili i dati mensili

Focus Lombardia: export per settori, province, Paesi di destinazione

La battuta d’arresto delle esportazioni lombarde nel secondo trimestre 2020 è diffusa tra settori, ma con intensità diverse nel manifatturiero: alimentare (-3,5%) e farmaceutica (-12,8%) registrano i cali più contenuti, moda (-42%) e automotive (-41,3%) quelli più consistenti. Pesano per contributo anche le flessioni di meccanica (-29,0%) e metalli (-30,1%).

Nel complesso dei primi sei mesi del 2020 solo alimentare (+2,0%) e soprattutto farmaceutica (+20,7%) mostrano una dinamica positiva dell’export rispetto al 2019.   

A livello di territori, tutte le province lombarde subiscono un forte arretramento delle esportazioni nel secondo trimestre 2020. Nel complesso dei primi sei mesi dell’anno l’export cala del -14,5% a Milano, del -13,3% a Monza e Brianza, del -11,9% a Pavia e del -7,8% a Lodi. 

Le vendite all’estero delle imprese lombarde risentono del crollo generalizzato sia dei Paesi Ue (-25,2% nel secondo trimestre 2020) sia dei Paesi extra Ue (-28,6%).

Export lombardo: focus province

In Lombardia le serie mensili delle esportazioni provinciali evidenziano per tutti i territori il calo repentino e marcato a marzo e aprile nel periodo più buio dell’emergenza Covid-19, seguito dal parziale rimbalzo a maggio e dall’ulteriore recupero a giugno.

* Dati provvisori

 
 
Seleziona il testo per condividerlo