Export – evoluzione trimestrale: confronto tra regioni nazionali ed europee

Nel terzo trimestre 2019 le esportazioni lombarde crescono del +2,3% su base annua (dopo il +1,0% registrato nel 2° trimestre e il -2,2% nel 1°). Questa performance resta inferiore all’Emilia-Romagna e alla media nazionale, ma superiore al Veneto e al Piemonte (in contrazione da metà 2018).

Nel confronto europeo, le esportazioni di tutte le regioni benchmark hanno segno positivo; in particolare segnano un rimbalzo le regioni tedesche.

Focus Lombardia: export per settori, province, Paesi di destinazione

Nel complesso dei primi nove mesi del 2019 le esportazioni lombarde crescono di un magro +0,4% (+5,4% nell’anno 2018), trainate principalmente dalle vendite nel settore farmaceutico (+26%). Registrano variazioni negative 7 comparti manifatturieri su 13, soprattutto l’automotive (-11,5%).

La Lombardia si divide tra 6 province con esportazioni in crescita tra gennaio e settembre 2019 (Pavia, Milano e Lodi in primis) e 6 in flessione (Varese e Monza Brianza in primis).

L’export lombardo tra gennaio e settembre 2019 cresce (pur lievemente) soprattutto grazie alla robusta dinamica degli USA (+17,6%). Flettono, invece, in particolar modo la Germania (-2,1%) tra i Paesi Ue e la Cina (-5,6%) tra quelli extra Ue.

Export – evoluzione rispetto al pre crisi: confronto tra regioni nazionali ed europee

Tra le regioni benchmark nazionali la maggiore crescita rispetto ai livelli pre crisi è totalizzata dall’Emilia-Romagna (+34,4%, per confronto +19,8% Lombardia)...

… dalla Cataluña (+42,6%) e dal Baden-Württemberg (+35,2%) tra le regioni benchmark europee.

Focus Lombardia - evoluzione rispetto al pre crisi: export per settori, province, Paesi di destinazione

Rispetto ai livelli pre crisi il maggior contributo alla crescita lombarda deriva a livello di destinazioni dai Paesi extra Ue (soprattutto USA), a livello di comparti dalla farmaceutica e a livello territoriale dall’area di Milano, Lodi, Monza e Brianza.