giornalista, si occupa in particolare di tematiche scientifiche e di innovazione.

Direttore del quotidiano Il Cittadino di Lodi dal 1 gennaio 2020, laureato in Scienze Politiche e in Economia politica e istituzioni internazionali. Nato a Sant'Angelo Lodigiano il 21/8/1981, è giornalista professionista dal 2007. È stato caposervizio cronaca nel quotidiano che ora dirige occupandosi a lungo di economia. 

milanese, è un giornalista e divulgatore scientifico particolarmente interessato ai temi della robotica, dell’automazione e della transizione 4.0. Di questi argomenti scrive per varie testate, tra cui Nova.Tech de Il Sole 24 Ore e Focus, oltre che per riviste destinate a un pubblico professionale. Cura un blog, dal titolo “Noi e i Robot”, per il sito di Le Scienze, edizione italiana di Scientific American. Ha pubblicato due libri: “Il tempo è atomico”, per Hoepli, scritto insieme con Davide Calonico sulla metrologia del tempo basata sull’atomo, e “Spaghetti Robot”, per Codice Edizioni, sulle eccellenze italiane della ricerca scientifica in campo robotico.

Nel 2010 ha ricevuto un riconoscimento dal Presidente della Repubblica per una raccolta di racconti di scienza per bambini.

Collabora con l’Osservatore Romano, Avvenire, Il Corriere della Sera, il mensile di archeologia Archeo e il trimestrale DiverCity Magazine. Nell'aprile 2021 ha vinto il premio come miglior giornalista per ambiente, scienza, sostenibilità e diritti umani.

Ha una lunga esperienza nella comunicazione politica e istituzionale, avendo lavorato negli uffici stampa di diversi Ministeri della Repubblica italiana, della Camera dei Deputati e per campagne elettorali in vista di elezioni politiche, regionali e amministrative. Ha collaborato con diversi programmi delle reti RAI e di Mediaset. Vive ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi, da cui collabora come freelance per radio, tv e giornali italiani.

è un giornalista italiano, direttore di Radio Lombardia. Volto noto anche in televisione, è spesso ospite come opinionista e per commentare la rassegna stampa in Rai. In qualità di conoscitore del mondo radiofonico è stato invitato a tenere lezioni e a partecipare ad incontri presso Università Statale di Milano, Iulm e Università Cattolica Sacro Cuore. 

Dice di sè «Dopo tanti anni non ho ancora capito se sono un radiofonico prestato al giornalismo o un giornalista che ama la radio. Brianzolo di nascita, di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Il cinema, la letteratura e ovviamente la musica sono centrali nella mia formazione.»

È autore di libri sulla storia recente del nostro Paese, nonché di narrazioni di viaggi lungo l'Italia alla scoperta di realtà suggestive e originali. Dopo la laurea lavora in diverse università con Giorgio Rochat, il decano della storiografia militare italiana e pubblica saggi su riviste specializzate su temi legati all'intelligence, allo spionaggio. Nel 1979 entra nella redazione del quotidiano Il Lavoro di Genova e vi rimane sino al 1982. Diventato giornalista professionista sceglie di operare da free-lance, collaborando a numerose testate. A partire dagli anni Ottanta scrive costantemente sul quotidiano Il Manifesto e collabora come consulente con diverse case editrici. Con Oreste del Buono firma dal 1997 la rubrica Luoghi comuni che compare per quasi dieci anni, tutti i sabati, sul supplemento Tuttolibri del quotidiano torinese La Stampa.

Giornalista professionista, si occupa di comunicazione aziendale. Lavora a Fiera Milano Media, dove è responsabile della comunicazione digitale di prodotto. È autore di “Tempo di IoP: Intranet of People”.

Ha insegnato o svolto attività di ricerca in varie università europee e nordamericane. Nel passato ha lavorato sullo schema schumpeteriano e su modelli di economia keynesiana più di recente si occupa di problemi di politica economica europea e dei mercati bancari e finanziari. Ha ricoperto alcuni incarichi istituzionali.

Inviato del Sole 24 Ore, è specialista in sistemi industriali e in politiche industriali.

Laureato in Scienze politiche all'università di Torino con dottorato di ricerca in economia all'università di Firenze, è autore dei saggi “L'Olivetti dell'Ingegnere” (Il Mulino, 2014) e “Marchionne lo straniero” (Rizzoli, 2018).

È membro del Cami (Center on Automotive and Mobility Innovation) dell'università Ca' Foscari di Venezia.

Scrive di impresa e management su giornali e testate online ed ha pubblicato i saggi Esportare l'Italia, virtù o necessità (2013, Guerini e Associati), Food Economy (2015, Marsilio) e Uberization, il potere globale della disintermediazione (2017, Egea Bocconi). Ha creato e gestisce il network di business intelligence www.companynote.it.

Senior Partner presso MIC – Mobility in Chain, www.michain.com fondata nel 2009. Laureato in Architettura e Urbanistica presso il Politecnico di Milano ha iniziato la sua carriera presso SOM a Londra.

È un pianificatore dei trasporti che ha partecipato a numerosi progetti in tutto il mondo, lavorando come consulente per clienti quali amministrazioni pubbliche, società di progettazione di fama internazionale, e con realtà industriali afferenti a tecnologie relative alla mobilità. Ha anche fatto parte del comitato di esperti a supporto del Comune di Milano per la stesura del PUMS, il Piano Urbano della Mobilita Sostenibile di recente pubblicazione.

Laureata all’Università Bocconi e ricercatrice presso SPACE (Security & Protection Against Crime and Emergencies), Paola Guerra è ideatrice e responsabile della progettazione scientifica e didattica del corso di alta formazione universitaria “Security & Safety Management” in partnership con l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Partner di Assolombarda, consulente e formatrice di alcune delle più alte cariche della sicurezza pubblica e privata, si dedica con continuità allo studio delle scienze e tecniche psicologiche all’Università di Padova, in particolare alla psicologia delle emergenze e ai meccanismi della paura e della percezione del rischio.

Ingegnere e professore ordinario di Meccanica Applicata alle Macchine, Resta è Rettore del Politecnico di Milano, Presidente della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e Commendatore della Repubblica Italiana.

Laureato in ingegneria meccanica nel 1992, dopo il dottorato di ricerca (1996) diventa ricercatore di ruolo nel 1999, poi professore associato nel 2001 e professore ordinario nel 2004. È stato direttore del Dipartimento di Meccanica dal 2007 fino 2016 e Delegato del Rettore al Trasferimento Tecnologico dal 2011 al 2016. Nel 2017 viene eletto Rettore dello stesso ateneo.

È autore di oltre 240 pubblicazioni scientifiche e titolare di 7 brevetti internazionali.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Milano, frequenta una scuola di regia a Madrid, Spagna, dove si specializza in cinema e televisione.
Nel 2008 passa le selezioni nazionali in Rai dove è stato video editor per i principali programmi televisivi dell’emittente. Dal 2016 intraprende la strada da freelance e collabora con le principali case di produzione italiane. Come regista realizza progetti con la sua casa di produzione JoDago Video&Communication: documentari, video corporate, videoclip ed è direttore artistico di eventi musicali/culturali e manifestazioni sportive tra cui i mondiali di scherma Verona 2018. Collabora come regista con A.C. Milan, Forbes e altre televisioni nazionali.
Dal 2019 insegna alla Scuola Civica di Cinema “Luchino Visconti” di Milano.

Collabora con il quotidiano La Repubblica, con il mensile Fortune e svolge attività di consulenza come ghostwriter e content manager. Ha iniziato come cronista in alcune redazioni locali e, dopo una parentesi da "comunicatrice" al Ministero dello Sviluppo Economico, è tornata al suo primo amore, i giornali. Scrive di tematiche ambientali, spesso connesse con le storie delle imprese italiane, e racconta la sua città: Milano.

Ventitrè anni al Cittadino di Lodi, la metà dei quali da vice capocronista, corrispondente per il Lodigiano del Corriere della Sera: ha spaziato dalla cronaca allo sport, dalla cultura alla giudiziaria, dall’economia al web ma con un occhio di riguardo per politica e narrazione. Si sta specializzando nel digital e nello storytelling.

Quasi trent’anni di collaborazione con il Cittadino di Monza, venti con Il Corriere della Sera nelle pagine lombarde e nell’inserto “Buone Notizie” del martedì. Cerco di occuparmi di ciò che amerei leggere sui giornali: buone notizie appunto, cantieri avviati e conclusi, scrigni d’arte riaperti al pubblico, piccole e grandi storie d’impresa.

Si forma alla facoltà di Architettura del Politecnico di Milano dove conosce i suoi futuri soci coi quali, nel 1997, apre lo studio di design della comunicazione Leftloft. Da allora svolge l'attività di direttore creativo, type designer ed esperto in analisi e strategie di visual communications, per grandi clienti dello studio come Pirelli, FC Inter, Mondadori, Subito, Salini Impregilo, Colmar, Cassina, Philip Morris, RCS, Triennale di Milano e molti altri. Dal 2001 è docente a contratto del Politecnico di Milano e dal 2014, anno della sua fondazione, di Raffles Milano Istituto Moda e Design.

Vive a Trieste, dove lavora all’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS). Da oltre 20 anni si occupa di ricerche paleoclimatiche in Antartide. Dal 2008 al 2015 è stata membro della Commissione Scientifica Nazionale per l'Antartide e dal 2016 è coordinatrice insieme a Tim Naish della Victoria University of Wellington del programma Past Antarctic Ice Dynamics (PAIS) della Commissione di coordinamento internazionale della ricerca scientifica antartica.

Dopo essersi diplomato in Grafica pubblicitaria e fotografia, studia Architettura a Napoli, con specialistica in Design for the Built Environment. Con un linguaggio grafico e colorato lavora a progetti che spaziano dall'editoria al design del prodotto. Dal 2009 lavora da freelance per clienti come Indeed, The Boston Globe, Il Corriere della Sera, Skylife Magazine e altri.  Nel 2018 pubblica il suo primo libro per bambini con Victionary.

È anche sociologo della comunicazione, critico letterario e scrittore. Dirige festival culturali e collabora con numerose testate giornalistiche e televisive. Il suo ultimo libro è "Sciacquati la bocca. Parole, gesti e segni dalla pancia degli italiani (Il Saggiatore, 2018).

Classe 1984, lavora con linguaggi creativi e media diversi grazie ai quali ha sviluppato uno stile unico e fresco. Prendendo ispirazione da svariati ambiti culturali, Elena sintetizza la complessità creando forme essenziali e soggetti vivaci e sofisticati con un segno riconoscibile e immediato. Grazie a un approccio gioioso, ma mai triviale, Elena lavora con clienti del calibro del Teatro La Scala, Nike, Yoox, Enel, Fendi, Feltrinelli, solo per citarne alcuni, e le sue illustrazioni sono apparse su riviste internazionali come il New York Times, The New Yorker, Reader’s Digest, Le Monde, Monocle, IL – Il sole 24 ore, Die Zeit, Rolling Stone, Vice e molti altri.

Nel corso degli anni Elena ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui una residenza alla Fondazione Bevilacqua La Masa e i suoi lavori sono stati esposti alla Stazione Leopolda di Firenze e Alla Triennale di Milano. Elena vive e lavora a New York.

Architetto con un dottorato in politiche pubbliche del territorio, si è occupata per diversi anni di processi inclusivi e progettazione partecipata insegnando all’Università Statale di Milano e al Politecnico di Milano. Questa esperienza l’ha portata a seguire il flusso della cocreazione e del codesign di soluzioni e a scoprire il mondo dei visual, in particolare visual storytelling, illustrazione strategica e facilitazione visuale, che sono diventate la sua passione e principale attività.

Attualmente si occupa di formazione aziendale e lavora, in Italia e all’estero, per grandi imprese e importanti enti, tra cui le Nazioni Unite e l’UNESCO. Collabora con lo United Nations System Staff College (UNSSC) nell’ambito dei leadership programme. Recentemente ha avviato una collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).

Laureata in storia dell'arte e specializzata in giornalismo economico alla LUISS, ha lavorato per un quarto di secolo all'Espresso occupandosi di economia, attualità, società, cultura, salute, moda. Si definisce una "cronista di strada con penna e taccuino".

Laureata in storia navale, ha iniziato nella redazione genovese de Il Lavoro, quindi dopo un breve periodo a "Il Globo" è entrata nella redazione del SecoloXIX dove è stata inviato speciale, capocronista, quindi vicedirettore. Dal 2005 corrispondente da Genova per il Corriere della Sera con il quale continua la collaborazione. Per Marsilio ha scritto "I Costa", storia della famiglia di armatori genovesi, e "Il cammino del vecchio leone" sulla storia imprenditoriale di Luciano Tamini.

Professore di Leadership and Innovation presso la School of Management del Politecnico di Milano, dove dirige il Leadin’Lab, il laboratorio di LEAdership, Design and INnovation, è stato studioso in visita accademica (visiting scholar) presso la Harvard Business School per due volte e presso la Copenhagen Business School e la California Polytechnic University. 

Al Politecnico di Milano è stato il fondatore e il primo direttore della Scuola di Dottorato di Ricerca (con più di 800 studenti PhD) e dell’Alta Scuola Politecnica (la Scuola di alta formazione sull’innovazione multidisciplinare riservata al 2% degli studenti migliori). 

Ha pubblicato più di 150 articoli ed è apparso in testate quali The Wall Street Journal, The New York Times, Financial Times, Forbes, BusinessWeek ed è un collaboratore abituale del Harvard Business Review online magazine.

Ha uno stile minimalista influenzato dalla sua esperienza con i graffiti e si caratterizza per i tratti puliti e le forme geometriche. Collabora con molti brand e magazine internazionali, tra cui Harvard Business Review, Monocle, Time Out NY, Travel+Leisure, Wired Uk.

Con un’esperienza giornalistica lunga 35 anni, scrive per il Sole 24 Ore per cui si occupa soprattutto di energia e ambiente, ma anche di attualità, cronaca e di tematiche scientifiche, economiche, industriali. È anche scrittore; tra i libri pubblicati: "Le professioni dell’ambiente" e "La guerra dell’ambiente".

È responsabile per le sezioni economia e internet di Wired.it. Si occupa, in particolare, di telecomunicazioni, sicurezza informatica, privacy e Cina. Già al Giorno, dove ha seguito le cronache locali, l'economia lombarda e l'Expo, ha contribuito in passato anche alle edizioni italiane di Forbes e Business Insider.

Il suo lavoro si basa sull’uso di texture e linee essenziali, che danno vita a composizioni grafiche d'impatto e fortemente concettuali, per comunicare in maniera diretta attraverso metafore. È uno degli autori più apprezzati in Italia e all’estero dove collabora con importanti brand e testate come The New York Times, Le Monde, The New Yorker, Esquire, Der Spiegel. Emiliano ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Young Guns Award del New York Art Directors Club e l’ambita Gold Cube da The Art Directors Club di New York.

Collabora attualmente alle testate QN (IL GIORNO-IL RESTO DEL CARLINO-LA NAZIONE) su temi di cultura e società. Nella divulgazione declina anche l’esperienza del Dottorato di Ricerca in Storia Economica all’Università Bocconi, altrimenti approfondita in pubblicazioni accademiche, oltre che rielaborata in testi drammaturgici per eventi istituzionali.

Palermitano e laureato in ingegneria informatica, ha poi lasciato spazio alla sua grande passione: la regia. È specializzato in tv, cinema & new media all’Università IULM e girando il mondo come filmmaker è diventato anche travel blogger.

Collabora con numerose aziende ed enti e ha vinto diversi concorsi e competizioni. Nel 2018 ha girato lo spot ufficiale di Palermo Capitale della Cultura. 

 

Collabora con diverse testate tra cui La Repubblica, Wired e Avvenire occupandosi di temi di attualità, economia e lavoro, innovazione.

Ordinario di Economia Politica - Cattedra di Economia della Regolamentazione Finanziaria - all’Università Luigi Bocconi di Milano. È autore di diversi scritti sul tema antimafia.

Avvocato italiano - registrato anche in Regno Unito e Galles - e giornalista freelance.

Come avvocato, si occupa di consulenza su temi Brexit ma anche di Relazioni Esterne per Belluzzo International Partners a Londra, città in cui vive. Come giornalista, invece, si interessa e scrive di tematiche legate alla Brexit, soprattutto da un punto di vista legale, con particolare focus sui cittadini europei che vivono nel Regno Unito, tra gli altri per “The Italian Community” e “La Repubblica”, per cui cura anche un blog, sempre su temi legali (“Legally Blog”).

Una carriera sempre in bilico tra giornalismo e avvocatura, con la scrittura come unico denominatore: come giornalista per informare e generare interesse, come avvocato per raggiungere un risultato.

 

Ha partecipato settimanalmente alla trasmissione di Rai 3 Ballarò presentando i sondaggi politici di Ipsos. Dopo il passaggio a LA7 di Giovanni Floris, è diventato il sondaggista di riferimento della trasmissione Dimartedì.

Autrice di libri tra cui l’ultimo “Ciao amore ciao. Storia di ragazzi con la valigia e di genitori a distanza” (Cairo 2018) dedicato ai giovani expat, tema del quale continua a occuparsi per varie testate.

Ha lavorato negli anni all'Ansa, a il manifesto, a Diario e al mensile E, collabora adesso con Io Donna, Prima comunicazione e con Cultweek.com.

Milanese, classe 1985, si dedica a ritratto, interiors e still-life. Le sue immagini sono essenziali e dal forte impatto visivo. Collabora con magazine internazionali e italiani come How To Spend It/Il Sole 24 Ore, FT Financial Times, Elle Decoration e Vogue Living. 

Esperta di innovazione, lavoro, moda. Dopo il debutto come cronista per Il Corriere della Sera - mentre ancora studia all'Istituto per la Formazione al Giornalismo -, decide di concentrarsi sui magazine femminili, nei quali lavora da trent'anni. Assunta in Mondadori a 23 anni, partecipa al successo della rivista Marie Claire, quindi si dedica alla costruzione di siti, app e molteplici progetti editoriali prima di diventare direttore di Glamour, mensile di moda e attualità che dirige a lungo.

Pubblica quindi interviste, servizi, inchieste su diversi magazine tra cui IoDonna/Corriere della Sera, Gioia, Vogue, Elle, per il quale ha anche curato sezioni di eventi legati al tema donne e lavoro.

Realizza infografiche per case editrici ed aziende, collabora con Il sole 24 ore e ha partecipato al restyling di molti giornali.

È conosciuto per le sue opere in bianco e nero sull'industria e sull’architettura. È stato giudicato dalla giuria del Black and White Spider Awards, composta da trentanove tra i più importanti decision makers della fotografia mondiale, come uno dei migliori fotografi internazionali nell'impiego del bianco e nero.

Collabora con istituzioni, case editrici e industrie realizzando campagne fotografiche. È rappresentato dalla galleria milanese http://29artsinprogress.com/project/niccolo-biddau/

 

È specializzata nella comunicazione web e social sui temi dell’economia circolare, risparmio energetico, energie rinnovabili, sviluppo sostenibile, tutela dell’ambiente e responsabilità sociale d’impresa. È tra i fondatori e nel direttivo della Federazione Italiana dei Media Ambientali.

Fa parte del comitato promotore del Green Drop Award, premio collaterale della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. 

Ai Macchianera Internet Awards 2018 ha ricevuto il Premio Speciale Enel per l'impegno nella divulgazione dei temi legati all’economia circolare.

Palermitano trapiantato a Milano, ha iniziato a disegnare ciò che più gli mancava: il sole e le spiagge, principali protagonisti dei suoi lavori. Ha collaborato con Apple per la campagna di lancio dello store di Milano.

Il suo motto è "It's always summer, somewhere"

Classe 1990, dopo la laurea triennale in Architettura ha proseguito la specializzazione in Design della Comunicazione. Ha iniziato la sua carriera di illustratrice all’interno della redazione della rivista IL de Il Sole 24 Ore.  Tra i suoi clienti figurano Repubblica, Rolling Stone Italia, Aspenia, L’Officiel Italia, Los Echos Weekend, Timbuktu Labs.

È anche autrice tv e scrittrice. In particolare, ha scritto per l’Espresso e La Stampa di responsabilità sociale d’impresa e ha fatto parte di numerose giurie per la selezione di progetti d’impresa dedicati alla CSR.

Collabora con diverse testate tra cui Marie Claire Maison, Elle, Amica, IODonna. È inoltre scrittrice: tra gli ultimi lavori, il romanzo storico "La ragazza del Mar Nero" sulla tragedia dei greci del Ponto, e “Mai più schiavi”, sul dramma della schiavitù in Mauritania.

Si dedica principalmente al reportage e al ritratto e ha lavorato per numerose riviste italiane e straniere.

Ha realizzato servizi per alcune fra le maggiori case di moda del mondo e ha lavorato per dieci anni come fotografo di backstage durante le sfilate di New York, Londra, Milano, Parigi.

Nel 2017 ha fondato la branding agency Reflektor, all’interno della quale affianca al lavoro di fotografo quello di creative director.